Tutto sul vetro > Resistenza all'effrazione

La norma EN 356 definisce le condizioni di svolgimento dei test ed una classifica delle prestazioni per i vetri stratificati contro l'effrazione. Questi test sono realizzati in un laboratorio indipendente del CNPP (Centro Nazionale di Prevenzione e di Protezione), organismo nazionale esperto nella prevenzione e nel controllo dei rischi. I vetri Plastofloat anti-effrazione sono classificati in ordine crescente di resistenza da 6(P6B) a 8(P8B) secondo i risultati dei test.


Se tre campioni di una composizione speciale di Plastofloat sono capaci di ricevere come minimo 30 impatti in totale (di cui almeno 12 colpi di mazza) e dei colpi di ascia e questi colpi non riescono a provocare nel vetro un foro di almeno 40 cm di lato, il vetro stratificato testato risulta anti-effrazione e la sua classe di resistenza è definita dal numero d'impatti ricevuti :


Classe di resistenza Numero d'impatti
6 = P6B 30 a 50
7 = P7B 51 a 70
8 = P8B almeno 71